Fai una donazione Invia a un amico
Stazione Centrale: i lavori in Piazza Duca D'Aosta
Foto di redazione urbanfile
il fotoracconto continua su urbanfile, clicca sull'immagine!
Editoriale

MILANO E I 9 MILIONI SOTTRATTI ALLA GIUNTA

Luca Beltrami Gadola

Ho grande interesse, non lo nascondo, e anche attesa per il lancio e gli esiti dell'iniziativa del Comune varata venerdì scorso, di destinare 9 milioni per finanziare opere pubbliche proposte e promosse dai cittadini all'insegna della partecipazione e del bilancio condiviso. Naturalmente questa proposta non è piaciuta all'opposizione che strilla dicendo che i Consigli di Zona sono stati "umiliati" da questa scelta perché ritiene che questi denari andrebbero gestiti dai Consigli stessi, quasi fossero altra e diversa cosa rispetto ai cittadini. Vorrei ricordar loro che durante la Giunta Moratti i … Continua »

primo piano

LA M4 NON È SOLO LINATE: RIFACCIAMO I CONTI

Giorgio Goggi

Quello che più mi stupisce, quando si parla della M4, è che sia considerata la metropolitana di Linate. Il tratto che arriva a Linate è solo un'appendice -necessaria e indispensabile per una città moderna- ma niente più di un'appendice del suo tracciato. La M4 serve importanti e popolosi quartieri di Milano, oggi privi di metropolitana: i quartieri che stanno intorno a via Lorenteggio (e, in prospettiva, quando la si potrà prolungare al suo naturale capolinea sulla Tangenziale, anche Corsico, Buccinasco e Trezzano sul Naviglio), i quartieri di Corso Indipendenza e … Continua »

L'intervento

OLTRE EXPO. QUESTIONI DI METODO SUL PIANO STRATEGICO PER LA CITTÀ METROPOLITANA

Stefano Rolando

In una tavola rotonda in Assolombarda promossa da Aspen sul nesso tra la Milano dell'innovazione, Expo e la costruzione della città metropolitana, la domanda di fondo l'ha posta in premessa proprio il presidente di Assolombarda Gianfelice Rocca: a chi spetta e con quale approccio fare un piano strategico che colga questi nessi e spieghi alla comunità e al mondo sia la visione sia il senso di marcia della città in evoluzione, per non sprecare tra l'altro l'occasione dell'Expo, che ricapita a Milano 109 anni dopo la precedente. Nessuno ha sostanzialmente risposto. … Continua »

botta & risposta

M4, LINATE E I VINCOLI DI BILANCIO

Marco Ponti

Nella attuale polemica sulla linea metropolitana destinata a collegare Linate, il centro, e la zona Lorenteggio, forse vale la pena di richiamare alcuni punti fermi: si tratta di un'infrastruttura importante, che serve settori della città molto abitati e relativamente poco serviti e per la quale, al contrario delle abitudini italiane, sono state fatte analisi del tipo costi-benefici sociali, appoggiandosi a un modello di simulazione del traffico. Certo, non sono state prese in considerazione (soprattutto per il lato Linate) alternative meno costose, anche perché le valutazioni non sono state fatte ex-ante … Continua »

pensieri territoriali

ONERI O NON ONERI: RECUPERIAMO TERRENO

Andrea Bonessa

Il patrimonio edilizio italiano, è fatiscente, obsoleto, energivoro. Il consumo di suolo e il dissesto idrogeologico hanno raggiunto livelli ormai invalicabili. Da più parti si chiede di ridurre la nuova edificazione e di indirizzare l'attività edilizia al recupero, ristrutturazione e soprattutto riconversione del patrimonio esistente, con trasformazioni e modifiche delle destinazioni d'uso che siano in grado di soddisfare le mutevoli richieste abitative o funzionali. Intere palazzine destinate a uffici o comparti industriali dismessi sono abbandonati a loro stessi mentre il fabbisogno abitativo continua a essere ai primi posti nelle criticità delle … Continua »

agenda al futuro

QUESTIONI DI DENSITÀ: CAPACITÀ UMANE PER METRO CUBO

Giuseppe Longhi

La questione. A Rotterdam tra giugno e agosto si è tenuta la Biennale di Architettura (http://iabr.nl/en) sul tema "Urban by nature". Essa ha affrontato (brillantemente) la questione di una visione della progettazione nell'attuale epoca dell'Antropocene (www.anthropocene.info), ossia di una progettazione che parte dalla supremazia delle risorse naturali e propone soluzioni di convivenza fra il patrimonio di risorse naturali e gli interventi dell'uomo. Di conseguenza la prospettiva della progettazione urbana non è sognare improbabili ritorni a un passato incontaminato di pura immaginazione, né il ricorso alle semplici ricette del novecento, quindi … Continua »

urbanistica

VARIANTE AL PGT? PUÒ ESSERE UNA BUONA IDEA

Gregorio Praderio

Nel DUP 2014-2017 (Documento Unico di Programmazione) approvato a inizio di settembre dal Comune di Milano, si legge che fra gli obiettivi di sviluppo del territorio c'è anche, avendo "verificata l'opportunità di avviare una "messa a punto" del PGT basata sulla valutazione delle principali "criticità" riscontrate oltre che sull'approfondimento di alcune tematiche particolari", quello di una variante al PGT. Se fosse davvero fatta, sarebbe un'ottima idea. Come noto, infatti, il PGT di Milano ha alcuni gravi difetti d'impostazione, in gran parte certo ereditati dalla precedente amministrazione, ma comunque da correggere … Continua »

città

PIAZZA SANT’AMBROGIO: UN RIDISEGNO CHE NON CONVINCE

Renzo Riboldazzi

Si prova sollievo a rivederla di nuovo sgombra, senza il cantiere che da molto tempo ne ostruiva la vista e il passaggio. Ed è piacevole ritornarci proprio in una di quelle mattinate grigie che rendono Milano d'autunno così bella agli occhi di chi l'ama o almeno ne apprezza il fascino discreto. È piazza Sant'Ambrogio, restituita ai cittadini quest'estate dopo anni di lavori preceduti e accompagnati da polemiche, appelli e comprensibili proteste sull'utilità e l'opportunità di un parcheggio interrato – di cinque piani per quasi seicento auto – proprio lì, accanto … Continua »

Panottico milanese

ASEM: SE ROMA SCIPPA A MILANO IL BUSINESS

Giulia Mattace Raso

“Europa – Asia, affari d’oro dal summit di Milano”. Di questo si è trattato: business. Dell’Asia - Europe Meeting (ASEM) la cronaca milanese ha dato più rilievo al racconto della “città blindata” o del ritardo di Putin alla cena di gala che non all’essenza: "Promozione della cooperazione finanziaria ed economica attraverso una maggiore connettività Europa-Asia", i leader politici si sono concentrati sulla cooperazione finanziaria ed economica, sul commercio multilaterale e sulla promozione della crescita e dell'occupazione. E Milano che parte ha fatto? Negli stessi giorni, “back to back”, in Assolombarda si … Continua »

sotto il riflettore

IL VERTICE ASEM A MILANO: NON SOLO PROVE GENERALI DI EXPO …

Ilaria Li Vigni

Il meeting del 16 e 17 ottobre scorsi è stato certamente molto importante per il nostro paese e per la nostra città: la combinazione di Presidenza italiana del semestre europeo e svolgimento del vertice in suolo europeo ha fatto sì che i capi di Stato e di Governo e le loro delegazioni s'incontrassero in una Milano che da tempo non era così al centro del gioco europeo e internazionale. Imponenti sono state le misure di sicurezza in tutta la città, in particolare nella zona del Centro in cui alloggiavano tutti … Continua »

musica
arte
libri
sipario1
cinema