Fai una donazione Invia a un amico

M4 E CITTADINI: PER UNA GESTIONE PARTECIPATA DEI CANTIERI

La storia della metropolitana di Milano è probabilmente l’esempio più bello e concreto dell’amore e del senso di appartenenza dei milanesi verso la propria città. Per raccogliere i fondi ed essere in grado di finanziare la costruzione della M1, infatti, MM lanciò un prestito obbligazionario ventennale che i cittadini sottoscrissero con entusiasmo, contribuendo direttamente e in modo decisivo allo sviluppo e alla crescita di Milano.

02corritore16FBSono passati 50 anni dall’inaugurazione della Linea Rossa e la nostra città è oggi alle prese con un nuovo e importante progetto infrastrutturale: la realizzazione della M4, la nuova metropolitana di Milano. La Blu – questo il colore scelto per la Linea – è un’opera strategica, che permetterà di collegare la zona ovest con la zona est, collegando il centro città con l’aeroporto di Linate.

Nel suo ruolo di direzione lavori e assistenza al Responsabile Unico del Procedimento per M4, MM ha potuto “tastare il polso” del territorio, dal quale è emersa una forte domanda di partecipazione, anche con idee per migliorare il progetto definitivo. Questa volontà di confronto sui lavori della Linea Blu (riscontrata durante gli incontri territoriali, ma anche dal proficuo dialogo con i Consigli di Zona) ha indotto ad attivare un processo partecipativo e un percorso di discussione organizzata, con l’obiettivo di arrivare a un progetto di comunicazione condiviso tra tutte le parti coinvolte: amministratori, costruttori, cittadini, associazioni, enti, studi professionali.

In questa fase iniziale di cantierizzazioni, i cittadini residenti nelle zone interessate dai lavori per la M4 sono sensibili a ogni cambiamento che possa avere ripercussioni sulla propria quotidianità, anche per i disagi che comporta un’opera pubblica di questa portata. È quindi il momento in cui l’attenzione è più alta e in cui le richieste di informazioni sull’impatto e la durata dei lavori sono, giustamente, più frequenti e puntuali. Proprio il cantiere, però, può giocare un ruolo determinante nel racconto alla cittadinanza della città che verrà. I cantieri possono diventare spazi di aggregazione e confronto, attraverso i quali riscoprire luoghi spesso dimenticati, innescando un processo di riqualificazione del territorio circostante.

Da qui nasce l’opportunità di rafforzare un rapporto diretto, costante e costruttivo con i milanesi: spiegando loro il progetto, i passaggi necessari della sua realizzazione e, allo stesso tempo, coinvolgendoli in un percorso di trasformazione di un momento di potenziale disagio (per residenti o commercianti) in un’occasione per sperimentare e condividere un nuovo modo di “vivere i cantieri”. Gli anni da qui al 2022, anno in cui la M4 diventerà operativa, sono un’occasione unica per riscoprire la storia e il vissuto delle zone interessate dagli scavi. Il disagio per la temporanea sottrazione di un’area, un parco, una via, può essere superato dal racconto di quello che la M4 sarà, attraverso la riappropriazione di quegli stessi spazi. In un’ottica e una forma diversa da quella abitudinaria.

Per questo, MM Spa ha voluto promuovere il primo workshop partecipato per la definizione di un progetto di comunicazione integrato, che si terrà mercoledì 6 maggio dalle ore 18.30 presso Spazio “Open” di Viale Montenero 6 (per partecipare inviare un’e-mail a info@metro4milano.it). Grazie alla stretta collaborazione tra chi vorrà partecipare e un Comitato Tecnico qualificato, sarà possibile dare vita ai cantieri della metropolitana proponendo (e realizzando) progetti per interventi sulle cesate, funzioni del perimetro di cantiere, attività ricreative e culturali, riqualificazione delle aree al termine dell’opera. In questo senso il cantiere può diventare uno spazio vivibile e fruibile dai cittadini per tutto il periodo dei lavori.

Lo sviluppo di una metropoli come Milano non può prescindere dal coinvolgimento dei suoi cittadini. I milanesi sono conosciuti per la laboriosità e per la capacità di abbinare alla creatività un’indiscutibile concretezza. Un patrimonio irrinunciabile, che è doveroso mettere nelle condizioni di potersi esprimere: rendendo, ancora una volta, i milanesi protagonisti del cambiamento della propria città.

Davide Corritore*

*Presidente Metropolitana Milanese

Se desiderate commentare i testi scrivete a redazione@arcipelagomilano.org

Le foto, i video, i testi presenti su ArcipelagoMilano.org possono essere stati ricavati anche da Internet e, dopo opportune verifiche al fine di accertare il regime di libera circolazione e non violare il diritto d’autore o altri diritti esclusivi di terzi, sono valutati di pubblico dominio.. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo alla redazione scrivendo all’indirizzo e-mail redazione@arcipelagomilano.org che prontamente provvederà alla rimozione dei materiali utilizzati.
Licenza CC-BY-NC-ND
Eccetto dove diversamente indicato quest'opera è rilasciata con licenza Creative Commons - BY-NC-ND